giovedì 28 febbraio 2013

Ispirazioni: food trucks wedding

Lo confesso: i matrimoni alternativi mi piacciono troppo!!!! Vorrei organizzarne tantissimi e sbizzarrirmi con i particolari e le novità per stupire gli ospiti.
Fra le ispirazioni più singolari che, come spesso accade, negli Usa e in Gran Bretagna hanno preso piede da un po' (non così in Italia purtroppo) vi è il Food Trucks Wedding, vale a dire il ricevimento organizzato con i camioncini che distribuiscono le varie pietanze.

Si, sto parlando proprio dei camioncini che in genere si trovano nelle feste di piazza: panini, porchetta, hot dog, bomboloni, gelati, zucchero filato, crepes multigusto, bibite...
Vi piace l'idea? Se la risposta è affermativa potreste anche pensare di arricchire questa offerta gastronomica su ruote "classica" con il cibo di strada tipico sempre servito con il camioncino o con il banchetto da strada. Per cui, in base alla regione dove si svolgerà il ricevimento, ad esempio, gli sposi siciliani inseriranno nel menù le panelle, gli arancini, il "musso"; i novelli sposi campani, invece, ricorreranno a zeppole, crocchè e scagliuozzi; gli sposini lombardi potranno proporre una gustosa (ma non leggerissima) busecca...
Un consiglio: negli Usa pare stia spopolando la lasagna cupcake, cioè una piccola porzione di lasagne che si può mangiare in piedi, addirittura con le mani. La lasagna è italianissima: copiamo questa idea?!
Passiamo alla parte pratica: dove ingaggiare i camioncini? Sicuramente fra coloro che lo fanno già per lavoro e, se proprio la cosa diventa difficoltosa, provate ad accordarvi col servizio catering per verificare se può organizzare il ricevimento secondo questo stile. Importante è differenziare l'offerta attraverso il ricorso ad un maggior numero di camioncini. Eviterete, così, le file.
Prevedete anche dei posti a sedere che, nel rispetto dello stile dell'intero ricevimento, potrebbero essere rappresentati da panche da birreria che, a seconda del vostro gusto e budget, potrete lasciare scoperte (per cui meglio procurare panche belle da vedere) o coprire con un tovagliato rustico (a quadri ad esempio) o un runner.

Non dimenticate il centrotavola! Sbizzarritevi con elementi freschi ed easy come fiori di campo multicolor, bottiglie in vetro scuro e chiaro con monofiore, lattine forate con candeline o dipinte con acrilici e arricchite con nastri...

Parlando di allestimenti e co., questo tipo di matrimonio permette un'infinita varietà di spunti a partire dalle partecipazioni e passando per tableau mariage, bomboniere, animazione per bimbi ed adulti e photo boot.
Per invitare i Vostri ospiti al ricevimento, ecco una simpatica proposta targata Etsy

Il Tableau mariage, in questo contesto, potrebbe non essere indispensabile poiché dipenderà dalla tipologia di sedute che deciderete di adottare. Se proprio non potete rinunciarvi il suggerimento è legare a questo stile di ricevimento dei particolari Rockabilly, come il ricorso al vinile che potrebbe essere usato anche per un simpatico e alternativo Guestbook.

Rockabilly style anche il photo boot: simpatici baffi, bocche rosso fuoco e montature vintage per voi e i vostri amici:

Ho scritto bomboniere qualche rigo più su: scegliete qualcosa di easy come un vasetto di conserva simpaticamente confezionato o una bella cornice portafoto realizzata a mano in dimensioni differenti magari in un fresco stile patchwork.

Per l'animazione per gli adulti puntate su gruppi live anche di generi musicali differenti e divertenti come, ad esempio, la musica country, capace di coinvolgere anche chi la scopre per la prima volta o la stessa musica rockabilly. Per i bimbi, invece, spazio libero anche a trampolieri e burattinai!
Le location più adatte per un matrimonio così organizzato sono sicuramente ampi spazi verdi. La scelta della location va fatta sulla base di una serie di considerazioni relative ai servizi igienici e alla possibilità pioggia. Per cui fittare lo spazio di un agriturismo significa avere servizi igienici e tetto sulla testa in caso di nubi nere; scegliere un bel parco equivale anche a noleggiare dei chimici e prevedere il cosiddetto piano B in caso di pioggia (tendostruttura o, per i più originali, un caratteristico tendone da circo).
In conclusione: il food trucks wedding è un'idea davvero informale ed originale che mi sento di consigliare soprattutto per ricevimenti con prevalenza di giovani.
Ci provate?!

Fonti immagini:
Green Wedding Shoes
On the go bride
Marzia Creazioni
The little canopy
Wedding Ish
Celebration Bv Kat

sabato 23 febbraio 2013

Matrimonio anni 30: idea splendida!


Qualche sera fa ho visto "Un matrimonio all'inglese", pellicola brillante di Stephan Elliott ambientata nell'Inghilterra dei primi anni '30 (la trama la potete leggere qui).
Il film mi ha dato lo spunto per trattare ancora una volta di matrimoni vintage, davvero bellissimi da realizzare (per favore care future sposine scegliete questa formula!!!)e assolutamente di moda oltre la Manica. Londra, infatti, è una fan sfegatata del Vintage Style e ciò è stato dimostrato anche nelle ultime fiere di settore tenutesi sulle sponde del Tamigi.

(le immagini sono tratte dal sito del National Wedding Show)
In particolare in questo post mi soffermerò sulla scelta dell'abito da sposa, primo e fondamentale
passo per attribuire al proprio evento una determinata connotazione di stile e scenografica.
Una premessa: scegliere "un'epoca" da rappresentare significa conoscerne per sommi capi gli elementi che la caratterizzano.
I 30's risentirono della Grande Depressione del 1929 (Il Crollo di Wall Street) per cui in ogni settore merceologico
si tese al risparmio e all'austerità. Nonostante ciò la donna sembrò ritrovare la femminilità che si era
un po' persa nel decennio precedente, contraddistinto, ad esempio, dal taglio "alla maschietta".
(in foto l'abito da sposa datato 1933 dell'attrice M. Hume, fonte Nuova sartoria)
Un ruolo in questa nuova riscoperta della propria sensualità lo gioca sicuramente il mito di Hollywood e delle sue
stelle, che con il loro mondo patinato, pieno di lustrini e pailettes, rappresentano una sorta di "valvola d'evasione" per il "popolo".
Ed è proprio la forma dell'abito da sposa a essere più influenzata dal mondo del cinema e i wedding dresses cominciano ad essere realizzati ispirandosi agli abiti delle star: forma a sirena che avvolge morbidamente il corpo grazie al ricorso del taglio in sbieco ideato dalla grandissima stilista francese Madeleine Vionnet.

Questo taglio, realizzato a 45° rispetto all'ordito della trama, permette di creare abiti dalle linee aderenti che esaltino la figura femminile.

Le maniche si allungano e le scollature drappeggiate si impreziosiscono di spille di bigiotteria finemente lavorate.
In testa compaiono ornamenti di raso e perline, vere e proprie spille per capelli luminose e ricche, calottine romantiche e papaline lavorate con perle.

Il colore principe dell'abito da sposa diventa il bianco e si sperimentano nuovi tessuti più economici della seta ma che ne riproducono la lucentezza, come, ad esempio, il rayon.

Le calzature hanno la punta arrotondata, tacchi più alti rispetto al decennio precedente e spesso di colore bianco o cosparsi di glitter. Verso la fine degli anni '30 compare anche lo stivaletto bianco con i lacci e la punta arrotondata.


Molti stilisti si sono ispirati a quest'epoca per le collezioni sposa. Fra i tanti citiamo la collezione Spring 2013 di Jenny Packham (il modello Tuberose in foto in alto): un omaggio della stilista più amata dalle star hollywodiane a Bette Davis e Vivian Leigh, icone degli anni '30.

Alla prossima...
With love!

credits immagini:
Lulu Vintage
I love my dress (questo blog inglese è davvero interessante, ricco di spunti vintage e di riferimenti a negozi dove acquistare pezzi d'epoca originali)
Style.it
...spero di non aver dimenticato nessuno!

sabato 9 febbraio 2013

San Valentino: lo festeggio così


Fra qualche giorno sarà di nuovo San Valentino...
Cercando di superare le discussioni solite sulla necessità di festeggiare il proprio amore tutti i giorni dell'anno e non solo in una data scelta per convenzione, evitando pure di affossarci sulla questione del business e del consumismo, dichiaro quanto segue:
mi piace (tanto!) che in questo giorno le coppie rinnovino le loro promesse d'amore e mi piace ancor di più se uno pensa per l'altro a qualcosa di simpatico, originale che faccia ricordare nel tempo proprio quel San Valentino... (in foto la locandina Ninfea Eventi per allestimenti a casa Vostra)
Questo perchè, un po' per deformazione professionale un po' per inguaribile romanticismo, credo che in una coppia alimentata da amore sincero nulla si faccia per convenzione! La ripetitività asettica delle azioni uccide la scintilla fra i partners, per cui è un errore ricordare di fare gli auguri all'anniversario solo per evitare una scenata. Giustissimo è non dimenticarlo perchè quel giorno costituisce una tappa nel percorso di vita insieme.
Ciò detto (tolto il dente tolto il dolore), partendo dallo spunto fornito anche quest'anno
dal Ministero dei Beni Culturali con l'iniziativa "Mi Baci?"(grazie alla quale il 14 febbraio in tutti i luoghi d'arte statali si entra in due con un solo biglietto)
e da una foto capitatami sotto mano di un tableau mariage realizzato per una nostra sposa qualche tempo fa dal tema "L'Amore è..." con protagonista l'opera "Il Bacio" di Hayez
mi è venuto (passatemi il termine!) di suggerirvi qualche idea dal tema arte per il Vostro San Valentino...
Se siete appassionati d'arte ma anche se non lo siete e volete approcciarvi ad un mondo
così affascinante, potrete organizzare una giornata all'insegna di un Bacio d'artista.
Scegliete il quadro raffigurante un bacio che più vi rappresenta o vi colpisce: diventerà il
leit motiv della giornata.
(in foto l'opera di Munch Il bacio con la finestra)
Realizzate una miniatura del quadro (formato cartolina): rappresenterà l'invito per la Vostra metà a passare la giornata con Voi secondo un programma all'insegna dell' Amore sotto forma di arte (sarebbe come dire: l'Amore che ci lega è un capolavoro!)
Se non vivete insieme, recapitate questo invito insieme ad una scatola contenente cioccolatini
o la colazione.
Se, invece, condividete lo stesso tetto è d'obbligo la colazione a letto con mini-porzioni
di goloserie a tema (la forma a cuore penso che vada più che bene!).
(un gelato a forma di cuore)

(the e zollette in tema! Le immagini sono Martha Stewart)

Il programma prevederà la visita di un luogo d'arte e una sosta pranzo per consumare quello che voi stessi avrete organizzato in un cestino a mo' di picnic.

Questo perchè sono assolutamente convinta che tutto quanto sia fatto con le proprie mani abbia un sapore più dolce!
Ovviamente nella scelta del luogo tenete conto anche del posto dove sostare per sgranocchiare (un parco con gazebi e simili).
Terminata la visita potrete donare a Lei/Lui delle carinerie che ricordino il giorno passato insieme: riponete in una scatola decorata col motivo del quadro e con un aforisma a tema (simile a questo“Il bacio è un espediente geniale per impedire agli innamorati di dire troppe stupidaggini” -Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80-) una t-shirt, una cornice e una tazza (da the o mug) con l'immagine del dipinto. Le tipografie stampano su vari tipi di supporto quindi non dovrebbe essere problematico reperire l'oggettistica elencata.
(in foto una cornice Ikea utile ad assemblare il vostro cadeaux)

Perchè questi tre oggetti? Perchè sono in modo differente a contatto con la vostra metà: la t-shirt con la pelle, la cornice con l'ambiente dove vive, la tazza come simbolo di un rituale quotidiano (la colazione)...

Sperando di avervi fornito qualche spunto simpatico, vi auguro di vivere sempre l'emozione dell'amore.
Happy Valentine's Day!

mercoledì 6 febbraio 2013

Cani...a nozze!


Spulciando sul web alla ricerca di news nel settore wedding, ci siamo imbattute nel sito di Wedding Dog Sitter
della gentile Elisa Guidarelli che conoscevamo già per la sua professione di dog sitter durante gli eventi nuziali (Il vero wedding planner deve essere sempre aggiornatissimo o no?!).
Per quanti considerano il proprio amico a quattro zampe "davvero" parte integrante della famiglia e, pertanto, non
penserebbero mai di lasciarlo a casa in un giorno così importante, la presenza di un Dog Sitter esperto e professionale durante le nozze rappresenta la migliore scelta possibile: il nostro amico Bau si godrà la giornata tra le coccole dell'accompagnatore e non potrà causar danni di alcun genere a scapito della location e/o degli invitati(ce n'è sempre uno in ogni matrimonio) che proprio i cani non li tollerano!
Fra i servizi offerti da Elisa ci è particolarmente piaciuta una novità 2013: il Wedding Dog Sitter® Movies. Si tratta di un videoclip matrimoniale che immortalerà il Giorno delle Nozze dal punto di vista di Fido.
Tanto è possibile attraverso una piccola videocamera che non disturberà il cane in alcun modo.
Perchè scegliere un video filmato direttamente dal Nostro Botolo?
Per vivere le sue emozioni, la sua gioia, la sua tensione. Per conservare "testimonianza" del Wedding Day da un punto di vista assolutamente inusuale e che potrebbe riservarvi belle sorprese.
Tutti i dettagli, ovviamente, su Wedding Dog Sitter

Un'idea per il matrimonio....La confettata

Un'idea per il matrimonio....La confettata
Fantasia sì...ma quanta pazienza per la realizzazione!!

Addio al Celibato Hawaiano

Addio al Celibato Hawaiano
Le nostra estrosità nell'allestimento non ha confini

I nostri allestimenti

I nostri allestimenti
Il nostro lavoro consiste anche in trasformare un ambiente fatiscente in una sala per cerimonia

Per voi il matrimonio è la tomba dell'amore?

Decorazioni Floreali

Decorazioni Floreali