giovedì 27 dicembre 2012

Record di Nozze d'Oro in Irpinia


Sfogliando Ottopagine un quotidiano locale, leggo con piacere che in un periodo dove si sente sempre più parlare di separazioni e divorzi, sabato 29 dicembre, nella Basilica di Ariano Irpino, cittadina in provincia di Avellino, ben 103 coppie confermeranno la loro promessa nuziale dopo 50 anni d'unione.
Probabilmente in nessun luogo d'Italia sono state festeggiate, tutte insieme, così tante Nozze d'Oro.
A dimostrazione di ciò la presenza, durante la cerimonia, della trasmissione Rai La Vita in diretta.
Dopo la cerimonia religiosa le coppie riceveranno una pergamena-ricordo riproducente la pagina del registro con l’atto di matrimonio originale.
Al di là del cerimoniale dell'evento, la riflessione quasi obbligatoria va alla solidità un po' scricchiolante delle unioni oggi, siano esse matrimoni o convivenze.
Se per un fatto anagrafico è difficile festeggiare le Nozze d'Oro perché ci si sposa in media oltre i trent'anni di età, ultimamente appare complicato anche superare le cosiddette Nozze di legno(5 anni di matrimonio) per una serie di ragioni che la famosa divorzista Annamaria Bernardini de Pace, in un'intervista rilasciata al settimanale F, condensa così: "Spesso le persone si mettono insieme perché non sanno stare da soli, per crearsi un'identità sociale, per fare un figlio, magari senza amore, confondendo l'attrazione erotica con l'amore. [...]Ogni gesto nella coppia ha valore giuridico. Lo stare insieme, avere un figlio, sposarsi ma anche aggredirsi. Oggi si tende a dire: non voglio che l'altro limiti la mia libertà! Ma se uno pensa solo alla sua libertà, fa quello che vuole senza limiti, ferisce l'altro. Negli ultimi 20-30 anni c'è stata un'affermazione esagerata dell'individualità e del diritto, si è trascurato il dovere, il rispetto della responsabilità giuridica e della responsabilità affettiva".
Qual è, allora, il vero motore che garantisce il funzionamento della vita di coppia? Sempre secondo l'autorevole parere della de Pace è la Consapevolezza: "L'amore va tutelato. Per partire dall'amore e restare nell'amore si deve fare un percorso di prevenzione: consapevolezza dei diritti di entrambi che limitano la volontà spesso liberticida, amoricida di ognuno dei due"
E Voi cosa ne pensate? Il parere della divorzista vi sembra eccessivamente estremo? Ci piacerebbe ascoltare la Vostra opinione e/o esperienza.
Buona vita!

Ps: in foto il Castello Normanno di Ariano Irpino...

Nessun commento:

Posta un commento

Un'idea per il matrimonio....La confettata

Un'idea per il matrimonio....La confettata
Fantasia sì...ma quanta pazienza per la realizzazione!!

Addio al Celibato Hawaiano

Addio al Celibato Hawaiano
Le nostra estrosità nell'allestimento non ha confini

I nostri allestimenti

I nostri allestimenti
Il nostro lavoro consiste anche in trasformare un ambiente fatiscente in una sala per cerimonia

Per voi il matrimonio è la tomba dell'amore?

Decorazioni Floreali

Decorazioni Floreali