martedì 14 febbraio 2012

E rieccoci a San Valentino...

Oggi tutta la rete è stracolma di pensieri, idee, proposte regalo per la festa degli Innamorati. Anche Google ha creato un doodle a hoc. Ma cosa significa per me S. Valentino? Dal punto di vista professionale sicuramente è un giorno in cui è davvero emozionante organizzare sorprese per conto dei clienti poichè la loro volontà di portare gioia all'amato mi coinvolge in pieno. Dal punto di vista personale, per mia abitudine, rifuggo i luoghi comuni, per cui dico: organizzate anche nel resto dell'anno le sorprese ; ); scherzi a parte: per chi ama, tutti i giorni dovrebbe essere S. Valentino...
Tutti i giorni bisognerebbe amare il proprio compagno o la propria compagna in modo uguale o, se possibile, superiore all'amore del giorno precedente. Ma è anche vero che questa, spesso, rappresenta un'utopia e due persone restano assieme perchè, magari, non si amano più ma si vogliono bene e probabilmente questo bene basta loro. Anche a chi si vuole solo bene, a chi sta insieme perchè è per l'altro una compagnia, un bastone, una spalla, rispettandosi vicendevolmente, non posso non augurare Buon S. Valentino perchè, si sa, il mondo è una tavolozza di colori e di sfumature e tra queste è compreso anche l'Amore. Un sentimento così imponente e fondamentale ma che, comunque, è incline ad una percezione soggettiva. Gli psicologi hanno addirittura teorizzato più tipologie di amore (eros, pragma, ludus, mania, storge ecc); alcune persone parlano di Amore per gli animali come dello stesso Amore per le persone; delle donne pensano di amare (o amano davvero?) anche un compagno che le maltratta, finendo per dare all'Amore una connotazione patologica... Io ho sempre pensato che la presenza di Amore la indichi lo stomaco e non il cuore: quei vuoti, quei tonfi, quello sfarfallio...quando li ho provati ho capito che difronte a me c'era la persona amata. Amore per me è, oltre al fattore fisico, condivisione e rispetto reciproco. Sorridere assieme, piangere assieme, per mano affrontare i momenti di gioia e le ore di dolore. Guardare il proprio fianco e vedere l'altro che, seppur silente e mai soffocante, fa sentire la sua presenza. L'Amore è mutevole: a 15 anni si ama in un modo lontano dall'amare a 30, 40, 70 anni. L'Amore va coltivato giorno per giorno e arricchito affinchè non scada nella convinzione di amare e, pertanto, nell'abitudione. Ma, soprattutto, credo che l'Amore debba farci sentire bene per cui quando si soffre troppo per Amore forse quest'ultimo o non c'è mai stato o è altro... E per voi? Cos'è l'Amore?

Nessun commento:

Posta un commento

Un'idea per il matrimonio....La confettata

Un'idea per il matrimonio....La confettata
Fantasia sì...ma quanta pazienza per la realizzazione!!

Addio al Celibato Hawaiano

Addio al Celibato Hawaiano
Le nostra estrosità nell'allestimento non ha confini

I nostri allestimenti

I nostri allestimenti
Il nostro lavoro consiste anche in trasformare un ambiente fatiscente in una sala per cerimonia

Per voi il matrimonio è la tomba dell'amore?

Decorazioni Floreali

Decorazioni Floreali