lunedì 14 novembre 2011

Quando la Tv non ci rende giustizia...

Un dato è certo: soprattutto grazie al mezzo televisivo, in Italia si è diffusa la concezione del Wedding Planner.
Ma così come la Tv ha aiutato la nostra categoria professionale, allo stesso modo, spesso, finisce per creare false credenze.
Un esempio? In una puntata della celebre serie Rai “Don Matteo 8” (3 novembre 2011) si parla del matrimonio di uno dei protagonisti. Per organizzarlo viene interpellato un Wedding Planner il quale pare essere lì solo per depredare i clienti di 5000 euro senza fornire praticamente alcun servizio. Il suo unico intervento concerne la wedding cake e si risolve nel “consigliare” al povero papà della sposa la torta più costosa del catalogo...Senza parlare, poi, dello studio del personaggio della madre dello sposo che a tutti i costi "impone" il wedding planner al resto degli interessati mostrandosi, verso questi, spocchiosa e snob e creando così l'eguaglianza: atteggiamento altezzoso=necessità dell'ausilio dell'organizzatore di nozze...
Questa rappresentazione ci ha particolarmente infastidite. Ovviamente parliamo per noi, per la nostra esperienza, senza avere la pretesa di trasformarci in portavoce di altri.
Sicuramente la figura dell'organizzatore di matrimoni non ha un solo volto in Italia.
La professione del Wedding Planner nasce negli Usa. Egli si occupa principalmente della consulenza di nozze “in toto”: dalla burocrazia alla luna di miele. Ciò è possibile perchè l'organizzatore di nozze nella cultura statunitense è ritenuto quasi indispensabile, al pari del ristoratore.
In Italia, invece, ogni WP ha improntato la propria attività secondo criteri che ha ritenuto meglio spendibili nel proprio territorio di riferimento: c'è chi, in prima persona, si occupa della sola consulenza e della regia dell'evento coordinando i vari fornitori interessati e chi, oltre a questo, cura direttamente una parte o tutti gli allestimenti e la realizzazione dei complementi (partecipazioni, coni riso, confettata ecc).
Anche i costi variano moltissimo da agenzia ad agenzia. Questo perchè non esiste un listino generale a cui facciamo riferimento.
Noi di Ninfea Eventi non ricarichiamo i prezzi praticati dai fornitori che suggeriamo poiché accordi commerciali stipulati con questi ci permettono di offrire gli stessi servizi senza alcuna variazione "al rialzo" (è possibile, anzi, avere uno sconto!).
L'impegno economico relativo alla consulenza di Ninfea Eventi, invece, è funzionale e proporzionato al servizio richiesto.Sopralluoghi e preventivi sono assolutamente gratuiti e non impegnativi.
Il Wp nasce come una professione nel mercato del lusso ma abbiamo scelto di fare in modo che il servizio diventi alla portata di tutti, attestandoci sul rispetto del budget del cliente, offrendogli la migliore qualità possibile rispetto alle proprie capacità di pagamento. E' inutile sottolineare che a grandi possibilità economiche corrispondono altrettanto enormi possibilità di sbizzarrirci negli abbellimenti, nei noleggi, negli spettacoli poichè tanto vale in ogni settore merceologico.
E' bene, quindi, non farsi influenzare da un messaggio televisivo che tende a far passare la figura del Wedding Planner come un “accessorio per ricchi”, perchè è possibile costruire situazioni davvero belle anche con investimenti minori e affidandosi a chi, come noi, si sforza di realizzare qualcosa di originale sempre e per ognuno dei propri clienti senza discriminare a monte sulla base del portafogli.
video

Nessun commento:

Posta un commento

Un'idea per il matrimonio....La confettata

Un'idea per il matrimonio....La confettata
Fantasia sì...ma quanta pazienza per la realizzazione!!

Addio al Celibato Hawaiano

Addio al Celibato Hawaiano
Le nostra estrosità nell'allestimento non ha confini

I nostri allestimenti

I nostri allestimenti
Il nostro lavoro consiste anche in trasformare un ambiente fatiscente in una sala per cerimonia

Per voi il matrimonio è la tomba dell'amore?

Decorazioni Floreali

Decorazioni Floreali