venerdì 30 ottobre 2009

Ninfea...in pittura


Ci sembrava davvero simpatico dedicare qualche riga di questo blog a Claude Monet, il pittore impressionista autore di una serie di dipinti (circa 300 per la precisione) aventi come protagoniste proprio le Ninfee!

Le opere furono realizzate negli anni compresi fra il 1914 e il 1917, durante i quali l'artista, ritiratosi nella sua tenuta di Giverny, si concentrò sempre più sulla rappresentazione dei colori della natura, facendo scomparire del tutto nei suoi quadri la figura umana. Ma perchè proprio le Ninfee? Non una scelta casuale. Questo fiore d’acqua è privo di radici per cui si muove continuamente sulla superficie dei fiumi e degli stagni. Tale caratteristica un po' lo eleva a simbolo di quella realtà mai fissa e perennemente mobile che gli impressionisti cercavano di rappresentare (per maggiori informazioni, visitare il sito dello storico dell'arte Prof. Francesco Morante).
E noi? Perchè Ninfea Eventi? Perchè ci piaceva il fiore: elegante, leggero, armonioso. E perchè, nel linguaggio floreale, la Ninfea indica la "Purezza di cuore". Sentiamo di avere questa caratteristica e di volerla trasmettere a quanti ci conosceranno.
Una curiosità: qualcuno ha aperto un gruppo su Facebook dedicato alle Ninfee...noi siamo fan!

giovedì 29 ottobre 2009

La festa delle zucche...


In questi giorni siamo alle prese con la realizzazione delle decorazioni per Halloween (nella foto a lato, alle prese con un simpatico scheletro! Per altre foto dei preparativi, rimandiamo al nostro profilo Facebook o al sito www.ninfeaeventi.it).

Sappiamo bene che rispetto a questa festa l'Italia si è sempre divisa: da un lato chi non la condivide poiché essa non appartiene (assolutamente vero) alla nostra cultura; dall'altro chi l'ha assorbita con tranquillità, come tanti altri usi non nostrani. Tutto sommato la potremmo considerare una pura operazione commerciale e un motivo in più per travestirsi in periodi lontani dal Carnevale e divertirsi nei locali che propongono serate a tema.

Sull'origine di Halloween si è detto tantissimo, pertanto in queste pagine virtuali citeremo solo qualche curiosità:
com'è noto la ricorrenza di cui stiamo scrivendo avrebbe origini celtiche (ecco perchè sarebbe, poi,”migrata” negli USA) ed era in qualche modo correlata alle feste celebrate per la fine dell'estate durante le quali pare che i Druidi (sacerdoti celtici) offrissero agli dei sacrifici umani, bruciando i prigionieri dopo averli rinchiusi in una grossa gabbia di legno (arghh!!). Sottolineiamo “pare” perchè alcuni studiosi ritengono che queste azioni crudeli fossero frutta della fervida fantasia dei cronisti Romani.
A proposito di Romani, essi celebravano la festa dei morti il 21 febbraio. Dopo la diffusione del Cristianesimo, la celebrazione in onore dei defunti si trasformò in Festa di Tutti i Santi e fu spostata al 1° novembre. Ecco perchè il 31 ottobre si celebra “All Hallows'Eve”: la Vigilia di Tutti i Santi.

E la zucca? Un irlandese, tale Jack, aveva fatto arrabbiare talmente il demonio che questi gli scagliò contro un pezzo di carbone incandescente. Jack, non colpito, raccolse la brace con una zucca vuota ma, comunque, non se la cavò: fu condannato a vagare per il mondo mostrando la luce del maligno fino alla fine dei tempi.

I bambini: questa è sicuramente una delle feste più attese dai piccoli i quali, travestiti da mostri, bussano ad ogni porta chiedendo “Trick or treat?” (Dolcetto o scherzetto?). Meno gioioso quell'halloween deve essere stato per il povero bambino che qualche anno fa suonò il campanello di una casa di una signora cinese appena trasferitasi in Inghilterra e assolutamente ignara delle tradizioni del 31 ottobre. Ella, credendo di avere davvero un essere mostruoso dinnanzi a sè, riversò sul malcapitato dell'acqua bollente. Fortunatamente il costume era abbastanza spesso da proteggere il bambino che se la cavò con qualche ustione e un risarcimento di 750 sterline...!

martedì 27 ottobre 2009

Autunno: tempo di fiere!


Un po' di giorni fa siamo andate a dare un'occhiatina al VEBO-fiera della bomboniera campana, riservata ai soli operatori del settore. E' sicuramente fra le più importanti per il mondo delle bomboniere e degli articoli da regalo.
Dobbiamo subito mettere in evidenza la bontà dell'organizzazione, eccezion fatta per l'area ristoro che poteva sicuramente essere gestita meglio ma questo resta a margine giacchè in fiera ci si reca per ragioni tutt'altro che "mangerecce"!

Bene. Novità? Non molte a dir la verità...O meglio: le aziende produttrici hanno preferito cavalcare l'onda del successo di quanto ha ottenuto maggiori riscontri lo scorso anno, apportandovi solo qualche miglioria e/o rettifica.
Circa l'articolo bomboniera vero e proprio, intramontabili restano l'oggettistica in argento, gli svuotatasche di ogni dimensione in vetro decorato e vari modelli di piatti e vasi magari firmati da attori, starlette e stilisti.
La nostra attenzione, invece, si è focalizzata sulle diciamo "appendici" delle bomboniere: sacchetti portaconfetti & Co.
Hanno spopolato le scatole degustazione abbinate alle partecipazioni, finemente decorate, dai toni pastello (soprattutto il glicine che, a quanto pare, farà la parte del leone anche quest'anno). Una bellissima figura la fanno sempre gli astucci mono e pluri-confetto in plexiglass arricchiti da nastri, glitter, applicazioni floreali e quant'altro.
Alcune aziende hanno abbinato al sacchetto un profumo in vetro o sottoforma di stecchette spargiaroma simil incenso: davvero un'idea simpatica!
Tra le proposte bomboniera a nostro avviso più alternative segnaliamo:
delle simpaticissime piante grasse e alberelli in ceramica lucida ideali per coppie giovani "bio", battesimi, prime comunioni, lauree;
vari soggetti (soprattutto religiosi) realizzati con la tecnica del traforo, ideali per gli amanti dell'artigianato e dell'oggetto "easy";
simpaticissimi fiori e pupazzetti realizzati con i gustosissimi confetti di Sulmona. Un'idea economica ma d'effetto, da sfruttare anche come gadget di fine festa per i compleanni dei piccoli;
dolcissime bambole di stoffa realizzate alla maniera delle nostre nonne. Davvero tenere ed ottimali per ricordare i giorni felici di una bimba.
Una nota comune a tutti i padiglioni? I confettifici che proponevano una varietà infinita di gusti! Ne abbiamo fatto una scorpacciata!

lunedì 26 ottobre 2009

Un modo simpatico ed efficace per descriverci...


(Non è farina del Nostro sacco bensì di colleghe molto brave che operano prevalentemente in Nord e Centro Italia...)

Un wedding planner è una persona che riesce a vedere, con voi, e spesso, a intuirlo, guardandovi e ascoltandovi, prima che glielo esponiate, quello che desiderate, e a cercare la soluzione migliore. E’ una persona che ricerca l’eccellenza e che è votato a non deludervi mai. Sarà con voi fisicamente e moralmente, con il distacco necessario a vedere e risolvere eventuali problemi si dovessero presentare. Avrà il sorriso sulle labbra anche mentre trasporta vasi pesantissimi di fiori o corre sui tacchi per sistemare la torta nuziale. Saprà gestire contemporaneamente fioristi, madri, suocere, amiche, pasticceri, parrucchieri; con una battuta sdrammatizzerà i dubbi della sposa e attenderà con ottimismo il sole anche quando il cielo è coperto di nuvole. Sarà quello che avrà sempre un fazzoletto da porgervi e che darà la mano al paggetto che si è perso e sta per piangere. Vi farà sentire un principe e una principessa pronti all’incoronazione! Non gli volete già un po’ di bene?!?

Si....ditelo: ci volete bene! ; )

giovedì 22 ottobre 2009

La Wedding Planner? Ma chi è?

Rosa rossa, candela bianca accesa in candelabro argentato, cenetta romantica, musica jazz in sottofondo, occhi languidi...Tira fuori dal taschino dell'elegantissima giacca nera uno scatolino in velluto...E' arrivato il momento! Ti sta chiedendo di sposarlo! Oddio: gambette che tremano, mani sudate, farfalle nello stomaco...
"Vuoi..."
"Si, si, si, si, si!"
Oh, benissimo. E ora bisogna pensare al Grande Giorno. A meno che non si desideri una situazione un po' spartana, sobria o intima, per la maggiorparte delle coppie matrimonio è = un anno almeno di organizzazione tra prenotazione del municipio o della chiesa in concomitanza con una sala libera al ristorante e poi bomboniere, abiti, confetti, fotografo e bla, bla, bla, bla.
Un po' tutti conoscono l'iter e da anni ci si è organizzati il matrimonio da sè ma se il tempo è poco ed entrambe i futuri sposi lavorano perchè non avvalersi di una figura che può allegerirli di una serie di oneri, può consigliarli, può supportarli duranti le fasi di stress? Questo è il Wedding Planner! Un fidato e gentile consulente con gusto estetico, capacità pratiche e comunicative che spesso si trasforma anche in un buon amico. Perchè non approfittarne?

Ninfea Eventi...Finalmente...il Nostro blog!

Il Diario...quante di noi da piccine lo conservavano gelosamente nel cassetto? E quante, ancora oggi, ogni sera vi dedicano almeno 10 minuti del proprio tempo?
Personalmente ne avevo 2: il primo, regalatomi per un compleanno, piccolo e con l'esterno lucido, ben presto finì per non bastarmi più, così, col nastro adesivo tra le due copertine, vi collegai il secondo. E quante peripezie per nascondere le chiavi dei minuscoli lucchetti! A volte le celavo così bene da non ricordare neanche più dove le avessi messe...
Nell'era della rete ecco spuntare il blog.
Per Noi un metodo per comunicare, per esprimere i nostri pensieri e per ascoltare le Vostre voci poichè, per chi decide di intraprendere questa professione, è importante il contatto umano, l'ascoltarsi vicendevole, il rispetto dell'altro e delle sue esigenze. Del resto questi sono valori importanti sempre...
Noi di Ninfea Eventi speriamo di avervi numerosi/e nelle nostre pagine (perdonateci se a volte ci rivolgiamo alle femminucce, ma è un automatismo legato al dato di fatto che di feste, allestimenti e addobbi finisce per interessarsene di più l'altra metà della mela...!) e di trasmettervi un po' di noi...giorno per giorno!
A presto!

Un'idea per il matrimonio....La confettata

Un'idea per il matrimonio....La confettata
Fantasia sì...ma quanta pazienza per la realizzazione!!

Addio al Celibato Hawaiano

Addio al Celibato Hawaiano
Le nostra estrosità nell'allestimento non ha confini

I nostri allestimenti

I nostri allestimenti
Il nostro lavoro consiste anche in trasformare un ambiente fatiscente in una sala per cerimonia

Per voi il matrimonio è la tomba dell'amore?

Decorazioni Floreali

Decorazioni Floreali